Audio Armonie Srl

OUTLET - OFFERTE WEB

Categorie

Produttori

Utenti Online

Utenti Online: 1
Visite Oggi: 336
Il tuo IP: 54.227.48.147

News e Aggiornamenti

Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.


Avete domande relative ai nostri prodotti?


Il nostro team di vendita e assistenza


sarà lieto di fornirvi il supporto richiesto


3396780249


 

Spica TC50 diffusori Vintage

ritiro a mano o spedizione da concordare

 

Altri dettagli

Prezzo scontato
550,00 € IVA compresa

1 100,00 € IVA compresa

(prezzo ridotto di 50 %)


condizioni buone (considerata l'età), perfettamente funzionanti (utilizzate fino a pochi giorni fa) altoparlanti originali.
Griglie originali disponbili (una danneggiata)
Vendute insieme ai piedistalli in foto alti cm 40 forniti di punte

 

qui sotto potete leggere l'opinione di Cristiano Nevi di Audiocostruzioni:

Diffusori – Spica TC50: Le americane Spica TC-50, prodotte dal 1984 al 1988 dalla Spica di Santa Fe,  furono successivamente riproposte dalla company Bryn Mawr di Albuquerque dal 1989 a circa il 1996 compreso. Pur contraddistinte da alcuni peculiari compromessi progettuali, furono in grado di competere su molti parametri acustici ad armi pari con sistemi ben più costosi. D’aspetto visivo dimesso ed un poco bruttino, erano contraddistinte dal particolare taglio obliquo del frontale che ne faceva dei veri e propri prismi triangolari, col fine tecnico di una migliore coerenza di fase dei drivers, a loro volta circondati da un ampio foglio di feltro con funzioni di limitatore di fenomeni diffrattivi delle onde sonore sul baffle anteriore. Il disegno era un classico due vie, con tweeter a cupola soffice da 1 pollice ed un woofer a cono del diametro di 16,51cm. Il caricamento del woofer era in sospensione acustica, con un’impedenza che toccava circa i 3,7 ohm sulle basse frequenze ed in gamma media. La risposta in frequenza, del resto avvertibile ad un orecchio un poco allenato, presentava un roll-off dapprima dolce sulle medio-basse frequenze e poi più netto al di sotto dei 70 hertz, come di converso anche le altissime iniziavano ad attenuarsi oltre i 14 Khz. All’interno di questi “limiti” progettuali le TC - 50 si permettevano il lusso di una linearità spettacolare (anche di fase acustica) dai 300 Hz sino a tutta la gamma medio-alta, esibendo una trasparenza ed una coerenza timbrica in grado di rivaleggiare persino con i più noti disegni elettrostatici del periodo (Quad, Martin Logan, Magnepan).

 

 

 

Nel complesso le Spica TC-50 spiccavano (mi si scusi il gioco involontario di assonanze) anche per una suadente nota di calore sul medio-basso, che le rendeva fruibili e pienamente appaganti anche per ascolti prolungati. Oggigiorno, addirittura, sortiscono esiti addirittura superiori grazie a sistemi di amplificazione anche di costo non esorbitante, in grado di pilotare agevolmente carichi un poco più impegnativi della media. Un predecessore ed analogo disegno, concettualmente assai simile alle Spica, fu il LCM-1 (Low cost monitor) della canadese Dayton Wright Group Ltd di mr. Mike Wright, assai ben accolto dalla stampa americana (The Audiophile Society Minutes – vol.5 No.2 e Stereophile – Vol.7 No.2) e costruito fra il 1982 ed il 1988.

Altre specifiche tecniche delle Spica TC-50:

Tipo: a due vie da stand in sospensione pneumatica.

Frequenza di crossover: 2 Khz con pendenza del passa alto approssimativamente del primo ordine (6 dB/ottava); passa basso del quarto ordine (24 dB/ottava); altoparlanti connessi con la stessa polarità.

Risposta in frequenza: 60Hz - 17 Khz -3dB.

Sensibilità: 84 dB/w/m.

Impedenza nominale: 4 Ohms (3,6 Ohms minimi a 4 Khz).

Requisiti di amplificazione: 25 - 100 Watts

Potenza massima sopportabile: 50 Watts continui, 100 Watts di picco.

Dimensioni: 394 x 330 x 295 mm. (HxLxP)

 

Difficile trovarne di usate: chi le possiede, se le tiene ben strette!

 

Carrello  

(vuoto)

Ultimi Arrivi

In questo momento non ci sono nuovi arrivi

Advertising